L’estetista può fare il Trucco Semipermanente?

L’estetista può fare il Trucco Semipermanente?

L’estetista può fare il Trucco Semipermanente? 206 155 Accademia Nicotra Estetica

Estetista può fare il trucco semipermanente?

Per dare una risposta esauriente bisogna porre la domanda in un modo leggermente diverso e cioè: un estetista in possesso della qualifica professionale anche di terzo anno è abilitata ad eseguire il trucco permanente? la risposta è no.

Ovviamente ve ne do la motivazione, voglio fare però prima una piccola premessa: Io sono laureato come informatore e non a caso, insegno e ho la qualifica che mi permette di eseguire il trucco permanente; ho anche la qualifica da estetista terzo anno, cioè la qualifica da direttore tecnico che attualmente in Italia è il grado più alto che si può raggiungere nel settore dell’estetica.

Quindi quello che sto per dirvi non è assolutamente influenzato dalla mia situazione personale, perché in qualsiasi caso io sono sempre e comunque qualificato per eseguire questo lavoro.

Estetista puo’ fare il Trucco semipermanente con la legge 1/90?

Ma vediamo subito la motivazione: la legge 1/90 che regolamenta l’attività di estetica, vieta espressamente di tagliare la pelle; Inoltre come appendice alla legge stessa, è presente un elenco dei macchinari che sono permessi all’estetista e tra quelli nella legge originale il dermografo non c’è.

Questo sarebbe sufficiente per dare una risposta, ma andiamo oltre.. il Ministero dello Sviluppo Economico, Il 20 gennaio 2017, con una nota che ha numero di protocollo 18706, Aggiunge agli apparecchi utilizzabili dalle estetiste anche il dermografo.

Ma a patto che l’estetista frequenti un corso di formazione erogato dall’azienda produttrice, o da un ente accreditato.

Bene, dovete sapere che nessuna azienda produttrice ad oggi Organizza corsi di formazione di questo tipo. Anche perché nessuno si prenderebbe questo tipo di responsabilità, obiettivamente.

Inoltre gli enti accreditati non fanno questo tipo di corsi, perché ne fanno altri che vedremo in seguito, più utili al nostro proposito.

C’è un’altra questione però ancora più forte, infatti nell’articolo 1 della citata legge 1/90 sull’estetica, si stabilisce quale sia l’attività dell’estetista che è quella di proteggere l’estetica della persona, di migliorarne aspetto eliminando o riducendo gli inestetismi.

L’Attività di eliminazione e riduzione degli inestetismi può essere svolta con tecniche manuali o mediante l’utilizzo di cosmetici.. ed qui casca l’asino!

Per la legge italiana i pigmenti non sono cosmetici, infatti in base al regolamento della Comunità Europea 1223 del 2009 i cosmetici possono essere applicati solo nella parte esterna della pelle, i micro-pigmenti invece vengono introdotti nel derma e quindi non rientrano in questa categoria.

Non potendo rientrare nemmeno nella categoria dei farmaci, Rientrano nella categoria delle miscele e quindi seguono un regolamento completamente diverso.

Il punto però è che non sono cosmetici e quindi l’estetista non può usarli. Ma allora se la qualifica da estetista non abilita all’esecuzione del trucco permanente..

Estetista puo’ fare Trucco semipermanente: come dobbiamo fare per essere in regola?

Esiste Infatti una qualifica apposita che vedremo nel prossimo articolo, Voglio ricordarti però che qualunque qualifica professionale di Estetista vi abilità a eseguire un certo tipo di lavoro, ma non attesta assolutamente che siate in grado di farli

Ecco perché abbiamo costruito il Corso di Micropigmentazione,  una scuola che nasce con l’intento di insegnarvi davvero il mestiere del trucco permanente, in modo che possiate essere oltre che professionisti qualificati anche capaci di fare questo mestiere.

Se vuoi avere informazioni sui corsi dove insegno personalmente,  già attivati a Catania, ti basta cliccare sull’immagine whatsapp che trovi alla tua destra!

Corso Trucco Semipermanente Catania

Estetista e Attività di Trucco Semipermanente secondo il Ministero

Secondo quanto affermato dal Ministero dunque la prestazione di attività di trucco semipermanente deve ritenersi consentita a soggetti in possesso dell’abilitazione allo svolgimento dei trattamenti estetici, i quali abbiano ricevuto idonea formazione dal fabbricante dell’apparecchiatura o da un suo mandatario o da altro ente competente.

Invitato a esprimere un parere sul caso, il Ministero dello sviluppo economico ha spiegato che il trucco semipermanente (o micropigmentazione) è un trattamento volto alla rivalutazione estetica di aree del viso o del corpo mediante l’introduzione di appositi pigmenti nello strato cutaneo più superficiale. La tecnica, frequentemente associata a quella, analoga, di tatuaggio, in verità è un’attività differente, anche per quanto attiene alla strumentazione e ai prodotti utilizzati.

Trucco Semipermanente del estetista non e’ un Tatuaggio

L’estetista non deve fare un corso per tatuatori perché “IL TRUCCO SEMIPERMANENTE E’ UNA SPECIALIZZAZIONE DELL’ESTETISTA”.
Ultimamente, abbiamo notato che alcuni enti di formazione stiano forzando l’estetista a frequentare un corso da tatuatore, facendolo passare come obbligatorio per effettuare il trucco semipermanente in un centro estetico.

Confestetica, qualora ravvisi ancora tali forzature da parte degli enti di formazione nei confronti delle estetiste, che intimorite dagli enti stessi si sentono obbligate a frequentare costosissimi corsi inutili, si riserva di segnalare caso per caso alle autorità competenti.

Requisiti del estetista per il Trucco semipermanente

Alla luce di quanto sopra devono essere acquisiti da parte dell’estetista che intende svolgere tale prestazione:

1 la certificazione di rispondenza al decreto 206/2015 per il dermografo;

2 la dichiarazione del fabbricante o suo delegato sulla formazione all’utilizzo dell’apparecchio;

3 l’attestato di frequenza al corso regionale ai sensi della DGR 465/2007.

 Deve essere presentata SCIA per tatuaggio secondo le indicazioni del proprio SUAP di riferimento.

La disciplina si applica anche a tutte le estetiste che stanno già svolgendo l’attività e che dovranno adeguarsi. Trattandosi di novità per le estetiste, se la frequenza al corso non è stata effettuata, è necessario un impegno a frequentare il primo corso di trucco semipermanente utile.

    1
    ×
    Ciao
    Come posso aiutarti?